Tags Erbaluce

Tag: erbaluce

ITALIA TV. Vino, le 5 settimane del destino. Parola a 23 produttori.

Bene la settimana piovosa, ma non basta: le terre del vino chiedono altra acqua. Ho chiesto a 23 produttori vinicoli di questa pioggia, e a che punto stanno le loro vigne, quanto le piante sono pronte alla nuova vita; (e al rischio di Aprile). Azienda per azienda, la situazione.
- Advertisment -

Most Read

ITALIA TV. Montalcino Confidential, Giovanna Neri, Col di Lamo

Ha iniziato facendo vin de garage, dentro un fienile che pitturò tutto arancione, "la zucca"; ha creduto nel suo sogno e ha trasformato quella zucca nella scarpina di Cenerentola. Arrivando a Montalcino da nord, ai piedi di un anfiteatro naturale di viti, la cantina di Col di Lamo si distingue per la sobrietà delle sue linee architettoniche, eleganza moderna, ordine e pulizia maniacale nelle bottaie. Giovanna Neri si concede per dieci minuti "in confidenza". Cosa serve al Brunello e a Montalcino, l'amatissima Diletta che le ha regalato due nipoti in due anni, il Piccolo Principe, il mondo e.... Buona visione. (di Dario Pettinelli) www.italiatv.it

ITALIA TV. Comunichiamo poco la sostenibilità? No, il giusto, ma si dovrebbe essere di più

italiatv.it - Fuggire dal rischio di banalizzare la sostenibilità. Sempre stimolante Donatella Cinelli Colombini...

ITALIA TV. Montalcino Confidential. Viola Gorelli, Le Potazzine.

VIOLA100%. italiatv.it - Viola100%. Intelligenza brillante, favella rapida, pensa veloce parla veloce; Viola Gorelli si concede per un "caminetto": il caminetto c'è ma spento, considerando i 38°C durante l'intervista. The Queen Gigliola, la mamma, si raccomanda come se avesse ancora 14 anni e dovessi portar fuori la figliola: "Oh mi raccomando, trattamela bene, te le do eh!". Viola sorride e anche se "…noi in casa di bianco si beve Villa Bucci e Marisa Cuomo…", sboccia un Champagne di saluto ("…te te la fai coi francesi lo sappiamo…) segue>

ITALIA TV. Roma, nuove aperture: SCOTTADITO, il bruco è diventato una farfalla.

Ci sono quintali di silenzi, tonnellate di pensieri, mani che carezzano da su a giù la barba; c'è il mento sul palmo e lo sguardo nel vuoto del pensatore di Rodin. A volte come questa, per trovare il coraggio di aprire un ristorante ci vuole la determinazione di chi ha capito di essere stato sfidato dalla vita e che gli tocca indossare la fascia di capitano, di capitano di se stesso. Questa è la storia di Stefano e Simone, già più di un decennio di cucina di rango a soli trent'anni. La scena è Roma, "Montesacro giù" dicono i residenti, ovvero Jonio-Tirreno, via Veglia per la precisione. "Questa è una zona dove c'è chi arranca e chi sciala", dice Simone...